Parole rubate #2 (Troppa felicità)

settembre 08, 2016

Buon Giovedì Lettori! Stamattina sono stranamente di buonumore. Sarà che la fine della festa del paese ha portato con se calma e tranquillità, sarà che l'inizio della mia avventura universitaria si avvicina sempre di più, ma mi sento bene. E sto ancora meglio quando rileggo le righe che vi ho scritto qua sotto. Alice Munro, se sei tra i lettori, te lo dico col cuore, cominci a piacermi molto!

La gente la cerca dappertutto la soluzione. Si stanca il cervello (a furia di cercare). Soffre per tutte le cose che ha in testa. Glieli si vedono in faccia, tutti i lividi e i tormenti. Sono preoccupati. Vanno sempre di fretta. Devono fare la spesa, e passare in tintoria e farsi tagliare i capelli e guadagnarsi da vivere o andare a ritirare il sussidio di disoccupazione. I poveri sono messi così, e i ricchi devono pensare a come spendere i soldi che hanno. E' un lavoro anche quello. Devono costruirsi le case con le rubinetterie d'oro per l'acqua calda e fredda. E comprarsi le Audi e gli spazzolini da denti miracolosi e tutti gli aggeggi possibili e immaginabili e i sistemi di allarme per proteggersi da ladri e assassini, e tutti (san) quanti, i ricchi come i poveri, nell'animo non hanno la pace (...)

Dal primo racconto della raccolta di Alice Munro, Troppa felicità.

***

E voi Lettori, che ne pensate? Avrei voluto trascrivere interamente questa parte, perché è davvero interessante, ma non ho avuto il cuore di spoilerare dei risvolti importanti. Quelli li dovrete scoprire voi, leggendo la raccolta. Spero di avervi incuriositi, perché si tratta di un libro che merita ;)

You Might Also Like

2 commenti

  1. ciao Sonia, non conoscevo l'autrice, da approfondire i suoi racconti di sicuro ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely! Io l'ho conosciuta da poco ma è davvero brava. Te li consiglio assolutamente, i suoi racconti *.*

      Elimina

About me

Benvenuto sul mio Blog!
Io mi chiamo Sonia, ho vent'anni e sono un'appassionata lettrice. Ho iniziato a divorare libri su libri tra la terza media e la prima superiore e, fatta eccezione per un paio di periodi piuttosto stressanti e colmi d'impegni, non ho più smesso. Il mio genere preferito in assoluto è il Fantasy, ma sono abbastanza eclettica dal punto di vista delle letture; l'unico genere che non sono in grado di apprezzare quasi mai è quello rosa ma, forse, migliorerò anche in questo.
Su questo mio piccolo angolino virtuale mi dedicherò a recensire romanzi letti, a consigliartene di nuovi tramite alcune rubriche e ad aggiorarti su eventuali novità in ambito letterario; quindi resta connesso e ci rileggiamo presto!

Cerca nel blog